Celentano: "Io sto con Franca Rame"

Continuano a crescere, su ilfattoquotidiano.it , le adesioni all'appello di Franca Rame a Bersani e al Pd per far ritirare dalle liste i candidati impresentabili, arrivato ieri a quota 20 mila.
Mentre i Democratici rimandano ancora la decisione definitiva, attesa da giorni, sul sito si moltiplicano i commenti di centinaia di lettori. A cui, da ieri, si è aggiunto anche Adriano Celentano: "Brava Franca! Il tuo articolo sul Fatto Quotidiano è bello, pungente e penetrante come la lama di un rasoio!", scrive il cantante.

Martedì scorso è scaduto il termine per presentare l'auto-certificazione, e la palla è passata nelle mani di Bersani e del presidente della commissione di garanzia, Luigi Berlinguer.
IN RETE però, sono già piovute le critiche. "Ma vi pare possibile che si debba fare una petizione per chiedere che non vengano presentati nomi impresentabili? Dovrebbe essere una cosa più che naturale, ma che ci volete fare Pd o Pdl poco cambia", commenta Fabrizio Chessa. E ancora, scrive Fabio: "I meri indagati negli altri Paesi si dimettono o non si presentano a prescindere per il buon nome del Partito". E c'è anche chi ricorda di seguire il buon esempio: "Oscar Giannino esclude dalla lista un candidato perché si è venuto a sapere che trent'anni fa era incappato in un'inchiesta giudiziaria. Perché Bersani non segue il suo esempio?". Da ieri sono più di ventimila a chiederselo.

 

Anno: