XXIII PUNTATA - SESSO?

 

PORNO

Che poi una si trova a fare l'amore senza nessuna idea di come si faccia praticamente.

All'età della pietra una bastava che si guardasse intorno per farsi un'idea, ché tutti grufolavano ovunque, pubblicamente. Adesso non c'è modo di fare i guardoni. L'unica fonte di ispirazione sono i films pornografici... Che sono lì che lo fanno a ritmo supersonico, che sembrano dei martelli pneumatici.

Che mio figlio una volta l'ha fatto proprio a quella velocità lì e praticamente gli ha preso fuoco. Abbiamo dovuto curarlo col foille antiustionante per quindici giorni. Che nei films pornografici dovrebbero avvisare il pubblico che gli attori per girare quelle scene si devono dare su una vernice tipo il flatting delle barche, ignifuga e autoestinguente, per evitare l'autocombustione   da attrito!

 

GLI ANTICHI

Quel che contava in quelle società era il sesso della grande madre e il relativo contorno necessario ad invitare il maschio al "sacro" amplesso. Sì, sacro... amplesso sacro. Infatti presso i primitivi l'atto sessuale era considerato il modo più diretto ed efficace per entrare in contatto con Dio.

Insomma, i nostri progenitori, col pretesto divino, si dedicavano in modo trascendentale a godere come pazzi!

L'orgia era l'atto religioso più alto e mistico della società... la festa che accomunava la popolazione in una comunione totale.

Sì, gli antichi realizzavano la comunione, facendo l'amore... tutt'insieme. Al posto dell'ostia... il sesso!

 

DIALOGO TRA MARITO E MOGLIE

Tornando alle prostitute, ci possiamo immaginare un dialogo significativo... fra marito e moglie. "Ma scusa ti pare l'ora di tornare a casa, sono le tre di notte!" "Hai ragione, cara, ma... mi hanno portato via la macchina." "Chi te l'ha portata via?" "I vigili... era in sosta vietata." "Tu che posteggi la macchina in sosta vietata così precisino che sei? Dimmi la verità, dove sei andato?" "Al cinema; lo sai... con Silvio." "Già al cinema! Un bel cinema porno dove te e il tuo amico ve ne stavate con giù i pantaloni a fare i protagonisti!" "Ma dico, sei fuori di testa?" "Senti piantala di raccontare frottole, tanto so tutto: ha telefonato la moglie di Silvio, e mi ha detto che vi hanno portato in questura. Che cosa avete combinato? " "Niente... é che abbiamo avuto una discussione con una pattuglia della polizia, sai si viaggiava contromano, non ci siamo fermati al rosso."  "Ma in compenso vi siete fermati  alle tette, cosce e chiappe!" "Ma che dici!?" "Sì, caro il mio puttaniere, vi hanno fermati mentre stavate intorcinati in macchina con due travestiti." "Giuro che non lo sapevamo, é stata una sorpresa." "E per accorgerti della sorpresa avete dovuto cavarvi i pantaloni, mettervi con il sedere per aria! E senza neanche il preservativo magari!" "Sei pazza!"  "Zitto!, che é per quello che t'hanno sequestrato la macchina, e che ti sei beccato pure una bella denuncia per atti osceni in luogo esposto al pubblico... 'Sto bastardo... atti osceni con i viados! E con me, gli atti osceni, non li fai più da un'eternità!" "Adesso basta d'offendere! Se vuoi proprio saperlo, io non ero manco in macchina quando mi hanno fermato, ma ero nel parco, appoggiato ad un albero... solo... Guarda qua la copia del verbale." "Fa vedere... eh sì, appoggiato ad un albero... solo. E perché ti hanno arrestato allora?" "Per via delle orecchie!" "Per via delle orecchie?" "Sì, un attimo prima che arrivasse la polizia il viados stava in ginocchio davanti a me e mi stava facendo... come dire..." "Vai avanti, zozzone!" "Arriva la polizia! Il viados con uno scatto terribile scompare... zam! Il brigadiere mi punta un dito: lei con quei pantaloni abbassati è in arresto!" " Ma perché, sono solo... stavo per fare i miei bisogni..." "Ah sì? E cosa ci fa allora con quelle orecchie in mano?"

Ma state tranquilli, il marito sarà perdonato. In fondo era solo uno sfogo fuori casa... Importante è rispettare la famiglia e il senso del pudore nella società... per il resto chi se ne frega?