Semplicemente... Dario Fo

dario fo intervistato da rolling stones

Dario Fo intervistato da Luca Pakarov, Foto Lucia Fusari

Di Luca Pakarov

Solitamene ti dicono che se stimi troppo un personaggio dovresti evitare d’intervistarlo ma nella redazione di RS ultimamente, in un natalizio revival psichedelico, hanno messo in sottofondo la voce di Bruno Vespa mentre fanno girare tisane di un potente infuso di stramonio accompagnato con spettacolari cioccolatini al mefedrone, e, chissà perché, non ci hanno trovato nulla di male nel mandare me. L’occasione era ghiotta (addirittura più dei cioccolatini), un corso di teatro di Dario Fo e Franca Rame ad Alcatraz...

leggi l'intervista su rollingstonesmagazine.it

Anno: 

Dario Fo e Franca Rame incontrano i detenuti di San Vittore - 8 gennaio 2013

Il premio Nobel per la Letteratura Dario Fo e Franca Rame incontreranno i detenuti della Casa Circondariale di San Vittore martedì 8 gennaio 2013 alle ore 16, rispondendo con grande entusiasmo all’invito da parte della Direttrice Gloria Manzelli, delle educatrici Michela De Ceglia e Barbara Campagna e da parte del ProgettoLiberazioneNellaPrigione, che da circa tre anni si occupa di portare la meditazione nelle carceri italiane e in collaborazione con Cetec-Libera Università del Teatro di San Vittore.

Liberation Prison Project nasce negli Stati Uniti nel 1996 grazie alla fondatrice  Ven. Robina Courtin.      

Il Progetto Liberazione Nella Prigione (www.progettoliberazionenellaprigione.it ) nasce dal desiderio di ampliare Liberation          Prison Project anche in Italia, con l’obiettivo di portare nel nostro paese i grandi benefici che il progetto ha già diffuso in svariate parti del mondo. La sede naturale del Progetto è l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (www.iltk.it ), che fa parte della grande associazione mondiale denominata FPMT: il primo carcere a credere nel percorso proposto dal Progetto è stata la Casa Circondariale di Massa, mentre ora sono già diversi gli istituti che ospitano i suoi corsi offerti a titolo gratuito in tutta Italia.

Il Progetto si ispira al messaggio del XIV Dalai Lama del Tibet, premio Nobel per la Pace, impegnandosi nel diffondere un Etica Laica a servizio dell’uomo nell’ottica della Responsabilità Universale, promuovendo in carcere oltre a corsi di meditazione incontri con monaci e laici del panorama buddhista ma anche con esponenti di spicco della cultura, tra i quali ad esempio Chiara Frugoni, Folco Terzani e non ultimi Dario Fo e Franca Rame.

I due grandi artisti, conosciuti in tutto il mondo per la loro grande umanità e sensibilità ai temi del sociale, avranno un incontro di circa due ore con i detenuti della Casa Circondariale.

Questo evento è stato fortemente voluto dalla Casa Circondariale di San Vittore e dal ProgettoLiberazioneNellaPrigione in quanto Dario Fo e Franca Rame incarnano l’eccellenza della cultura italiana e sono esempio di grande valore, riconosciuto in tutto il mondo. Sarà quindi una grande occasione di dialogo tra l’universo carcere e la società civile, un momento di incontro tra due mondi apparentemente lontani tra loro ma che invece avrebbero molto da dirsi se, come dice Dostoevskij, “il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni”.

Alessandro Venuto

Coordinatore nazionale del ProgettoLiberazioneNellaPrigione

www.progettoliberazionenellaprigione.it

progettoliberazionenellaprigione@iltk.it


Lazzi, sberleffi e dipinti di Dario Fo in mostra a Brindisi

lazzi, sberleffi e dipinti

Fino al 28 febbraio prossimo un mostra imperdibile che celebra, in oltre 300 opere, l’estro e il talento pittorico di uno dei protagonisti del panorama culturale italiano e contemporaneamente ripercorre la cinquantennale carriera della Compagnia Teatrale Fo-Rame.

leggi l'articolo su leccesette.it
Anno: 

Cronache da Alcatraz, con Dario Fo, Franca Rame, Jacopo Fo… e tanti, ma tanti altri…

alcatraz

Articolo di Alberto Marolda
Provate a mettere sulla mappa di Google queste coordinate: 43° 14′ 00”, 12° 28′ 35”
Fatto? Visto dove siamo?
Ma, Alberto, non c’è niente… aperta campagna, o montagna o quel che è… nulla, sei lontano da tutto… Davvero? Ne siete proprio sicuri? Nel nulla? Non proprio, non riuscite a sentire vibrazioni? Non riuscite a sintonizzarvi, a vedere oltre? Noo?
Che peccato, perche IoGiornalista questa settimana è ad Alcatraz, la libera Università dove Dario Fo, Franca Rame e Jacopo Fo, insegnano il loro incomparabile Teatro e modo di vivere e guardare la realtà

leggi l'articolo completo su iogiornalista.com

Anno: 

Franca Rame Project a Trani estratto intervista dal Tg di Teledehon

"Franca Rame Project - Per Maria e per tutte le Marie di questa terra" spettacolo denuncia - intervista a Roberta Schiralli del centro anti-violenza Save di Trani e a Dale Zaccaria (curatrice dello spettacolo denuncia) andata in onda nel tg del 5 dicembre su Teledehon - l'intervista è stata fatta poco prima dello spettacolo denuncia il 25 novembre in occasione della giornata internazionale contro la violenza su le donne - l'evento si è svolto nel Palazzo delle Arti Beltrani Pinacoteca Ivo Scaringi - Trani (Puglia)

 

Anno: 

In Umbria con Dario Fo: ''Vi faccio respirare con la platea''

 

Un corso di teatro dal 14 al 20 dicembre con il premio Nobel e Franca Rame.

 
corso id teatro di dario fo e franca rame“Il prossimo spettacolo? Lo scriveremo e realizzeremo insieme a cinquanta profani ”. Parola di premio Nobel (Letteratura, 1997). Dario Fo, insieme alla moglie Franca Rame, terra' dal 14 al 20 dicembre (prima lezione ore 21) un seminario teatrale di una settimana tra la cornice delle splendide colline umbre.  La scommessa di Fo non sara' quella di proporre il solito corso di teatro e recitazione, ma quella di allungare una seggiola agli allievi  e farli accomodare al tavolo dove lui e la moglie stanno scrivendo il nuovo spettacolo previsto nel 2013.
 
leggi l'articolo completo su ilsalvagente.it
Anno: 

Picasso, il divo milanese

picasso desnudoPicasso è apparso a Milano il 19 Settembre 2012 con uno splendido spettacolo intitolato “Picasso desnudo”: dove due grandi attori hanno diviso la scena con Pablo Picasso, in totale democrazia; catturando un pubblico difficile con carisma e ironia; sospesi tra arte, satira e diatribe matrimoniali. Credo nessuno avrebbe saputo presentare un lavoro migliore; ma del resto solo un genio, come Dario Fo, poteva sviscerare e svelare con tanta maestria un altro genio. Sono stati proiettati 200 “falsi d’autore” dipinti dalla mano di Fo. Il quale insieme alla sua compagna di vita, Franca Rame, ha presentato al Teatro del Verme di Milano, un Picasso inedito per la sua toccante e sconvolgente umanità; caratteristica che raramente siamo in grado di associare a personaggi il cui genio sfiora la leggenda. La più bella “lezione” di storia dell’arte a cui io abbia mai assistito.

leggi l'articolo completo su artmovestheworld.wordpress.com

Anno: 

EMILIO FEDE IMPAZZITO IN DIRETTA INSULTA E URLA " A DICEMBRE PRENDERO' SOLO 15MILA EURO"

Emilio Fede impazzisce in diretta nella trasmissione "La zanazara" al telefono. Urla, insulta, ha una crisi isterica e impreca con suoni gutturali. Reclama che a dicembre fra pensione e tredicesima prenderà "solo 15mila euro". Lo stipendio annuo di un Co.Co.Co. Ecco il video:


Dario Fo per "Desideri all'Asta" di Amnesty International

Clicca qui per partecipare all'asta di beneficenza e fare un offerta per l'opera "Gli innamorati volano alto" di Dario Fo

desideri all'asta

Desideri all’asta, asta benefica a favore di Amnesty International,
si presenta per la dodicesima edizione dal 27 novembre al 18 dicembre.

È facile aggiudicarsi oggetti e situazioni sorprendenti e uniche che molti personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura hanno generosamente deciso di donare.

Quest’anno Desideri all’asta sostiene la campagna per i diritti delle donne 
in Medio Oriente e Africa del Nord
.

Negli ultimi due anni, milioni di persone sono scese nelle piazze dei paesi 
del Medio Oriente e dell’Africa del Nord per chiedere 
il rispetto della propria dignità e dei propri diritti.

Tra queste persone, migliaia di donne hanno messo a repentaglio la propria vita
per chiedere un futuro diverso.

Migliaia di donne hanno manifestato, protestato, lottato in nome di un futuro migliore.

Amnesty International Italia ha scelto di lavorare al fianco di queste donne coraggiose, 
perché cessino le violazioni dei diritti umani nei loro confronti e siano adottate leggi che pongano fine alla discriminazione di genere
.

Scarica il Comunicato Stampa

Argomento: 
Anno: