"DARIO FO E FRANCA RAME: LA NOSTRA STORIA" - Lunedì 11 dicembre su Rai 5 va in onda la diciottesima puntata!

Puntata 18 - Lunedì 11 dicembre 2017, Rai 5, ore 21:15
La Palazzina Liberty

E’ il febbraio 1974 quando il sindaco di Milano Carlo Tognoli consegna le chiavi della Palazzina Liberty a Dario con la promessa che fossero restituite entro pochi giorni. E Dario si innamora di questo ex magazzino della verdura e lo occupa, facendolo diventare un punto di incontro, un luogo culturale che accoglie spettacoli, iniziative, concerti. Lì si festeggia la vittoria del referendum sul divorzio, lì nascono gli spettacoli “Non si Paga, non si paga!” e “Il Fanfani Rapito”, e lì saranno registrate le puntate per la Rai del 1977.

E’ notizia di questi giorni che la Palazzina Liberty è stata intitolata a Dario Fo e Franca Rame.
Ospiti: Gad Lerner, Piero Sciotto, Ennio Fantastichini, Toni Cecchinato, Guido Tosi, Claudio Bigagli, Alfonso Svantaggiata

Per vedere tutte le puntate già andate in onda clicca qui.

Anno: 

Verona, 13 ottobre: Omaggio a Dario Fo e Franca Rame

VENERDÌ 13 OTTOBRE 2017

OMAGGIO A DARIO FO E FRANCA RAME

MusALab invita in Archivio di Stato e in Teatro Trinità per una giornata insieme a Dario Fo e Franca Rame

ARCHIVIO DI STATO DI VERONA (ORE 10.00-14.30)
TEATRO TRINITA’ (ORE 16.00-22.00)

“Il problema è importante e fondamentale per il genere umano: il conoscere”.
(Dario Fo in Darwin: l’universo impossibile, 2016)

13 ottobre, a un anno dalla scomparsa del Maestro Dario Fo, autore, scrittore, pittore, regista, uomo totale di teatro e di arte, presso l’Archivio di Stato di Verona, (dalle ore 10.00 alle ore 14.30) con un’introduzione sul patrimonio di vita e d’arte raccolto nell’Archivio Rame Fo, si presenta un ciclo di proiezioni tra teatro, cinema e testimonianze per la lunga giornata dedicata a Dario Fo e Franca Rame che prosegue al Teatro Trinità (dalle ore 16-alle ore 22.00) per ricordare la coppia d’arte.
Dario Fo a Verona il 23 marzo del 2016 ha inaugurato il Museo Archivio Laboratorio Franca Rame Dario Fo presso l’Archivio di Stato di Verona con il Ministro Dario Franceschini, insieme alla grande partecipazione cittadina e di chi era lì giunto da ogni dove. In quest’anno l’Archivio si è offerto a incontri di studio e laboratori creativi italiani e internazionali cercando di seguire l’insegnamento dei maestri Dario Fo e Franca Rame che ci raccomandavano di offrire “L’arte in pasto ai giovani”. E’ proprio in questa direzione il nostro impegno oggi. Noi crediamo che lo sviluppo possibile di conoscenza oggi risieda nell’incontro tra arte e vita quotidiana. La capacità di immaginare il futuro si gioca nel confronto con i linguaggi dell’arte. Questa è una delle lezioni del lavoro di Dario Fo e Franca Rame.
Dario Fo, premio Nobel per la Letteratura nel 1997, è stato sempre politicamente impegnato. Ha vissuto i suoi straordinari novant’anni a cavallo di due secoli, accompagnando la storia d’Italia fino a oggi, con la dolcezza e il disinteresse di chi lavora "per l’eternità", ma con la precisione attiva e incisiva di chi partecipa quotidianamente alla storia del proprio Paese. Ha svelato il carattere profondamente umano e politico della cultura popolare italiana ed europea con la raffinatezza geniale dello storico, la vitalità conoscitiva dell’antropologo, con l’ironia divina del grandissimo comico.
Per una vita, Franca ed io abbiamo montato e recitato migliaia di spettacoli in teatri, fabbriche occupate, Università in lotta, perfino in chiese sconsacrate, in carceri, in piazza, col sole e la pioggia, sempre insieme. Raccontavamo le storie del nostro tempo giocate con un’astuzia particolare, parlavamo del Medioevo ma trattavamo dell’oggi per un teatro di satira. Il teatro è finzione del reale che sa diventare verità e dramma. Lo spettacolo era l’apertura totale al diritto di pensare: la libertà.
(Dario Fo, Roma, gennaio 2014).

CLICCA QUI PER SCARICARE LA BROCHURE

 

Anno: 

La Palazzina Liberty a Dario e Franca

Il Comune di Milano ha deciso di intitolare a Dario Fo e Franca Rame la Palazzina Liberty di Parco Vittorio Formentano (ex Parco di Largo Marinai d'Italia).

La Palazzina faceva originariamente parte del Verziere, l'antico mercato. Ormai abbandonata, nel 1974 venne occupata dal Collettivo teatrale la Comune di Dario Fo e Franca Rame che restaurarono l’edificio e ne fecero la loro sede fino al 1980. Spiega l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno: «Per anni hanno lavorato per dare una funzione pubblica a questo spazio ed è sembrato naturale intitolarlo a loro».

Il cambio di nome avverrà venerdì 13 ottobre, durante la cerimonia di intitolazione verranno proiettati spezzoni della produzione di Dario Fo e Franca Rame che provengono dagli archivi di famiglia e dalle Teche Rai.

Anno: 

HO VISTO UN FO - Omaggio a Dario Fo al Piccolo Teatro a Milano il 9 ottobre 2017 ore 18.30

Una serata speciale con letture, aneddoti, testimonianze in ricordo di un grande artista nella splendida cornice del Piccolo Teatro di Milano.

Jacopo Fo, figlio di Dario Fo, e Giuseppina Manin, giornalista del Corriere della Sera, ricorderanno l'artista a un anno dalla sua morte, in occasione della pubblicazione del libro di Giuseppina Manin, "Ho visto un Fo". Nel libro, Giuseppina Manin ripercorre la lunga e meravigliosa storia di Dario Fo attraverso ricordi, testimonianze, aneddoti, rari documenti, sogni e visioni.
A un anno dalla morte e a venti dal premio Nobel, Dario Fo torna a vivere in queste pagine con la forza provocatoria e l’allegra impudenza del suo essere giullare, drammaturgo, uomo di cultura e di grande umanità.

Saranno sul palco per un saluto Sergio Escobar, direttore del Piccolo Teatro, e Luigi Brioschi, presidente della casa editrice Guanda, che ha pubblicato numerosi libri di Dario Fo.
Mario Pirovano e Sara Bellodi leggeranno brani del libro e testi di Dario Fo.

LA SERATA E' GRATUITA FINO A ESAURIMENTO POSTI (circa 400). Per informazioni e prenotazioni: comunicazione@piccoloteatromilano.it

 

Anno: 

I prossimi appuntamenti a Teatro con Marina De Juli - MILANO

MILANO: OMAGGIO A DARIO FO e FRANCA RAME nel ventesimo anno dal Premio Nobel per la Letteratura

Marina De Juli in JOHANNA PADANA a la descovèrta de le Americhe di Dario Fo
adattamento al femminile di Marina De Juli
Sabato 30 settembre ore 17 presso Sesto S. Giovanni – Spazio Arte
Giovedi 5 e Venerdi 6 ottobre ore 21 presso ALTA LUCE TEATRO - Alzaia Naviglio Grande
 

Marina De Juli in TUTTA CASA , LETTO E CHIESA di Franca Rame e Dario Fo 
Sabato 21 e domenica 22 ottobre presso il TEATRO DELLA MEMORIA – MILANO

Lo spettacolo si compone di monologhi comico-grotteschi sulla condizione femminile. La serata sarà un ‘occasione per ridere e insieme per riflettere sull’universo di sentimenti ed emozioni della donna d’oggi, stressata dalla vita quotidiana e dai ritmi che è costretta a mantenere, divisa tra casa e lavoro. Con uno sguardo ironico sul sesso ma con lo sguardo sempre rivolto all'impegno sociale. Marina De Juli affronta testi non proprio facili come quelli dei suoi maestri, Dario Fo e Franca Rame: da sola sulla scena, con una scenografia minima riesce sempre a strappare applausi e risate a scena aperta.
 

HANNO SCRITTO:

Teatroteatro.it:
Lo spettacolo è interpretato da una magistrale Marina De Juli, ironica, divertente, che rende onore a Franca Rame, essendo se stessa. Attraverso la sua recitazione scolpisce figure di donne nella loro normalità. Normalità sviscerata, smembrata, con un’interpretazione appassionata. Un’attrice capace di passare con, sembrerebbe, nonchalance da un piano tragico a quello comico il momento dopo, di far riflettere, di conquistare con un gesto, magari studiato per la scena, come quello di spostarsi i capelli al momento giusto. Quasi fosse un atto meditativo, noi donne lo facciamo spesso. Tormentiamo i nostri capelli durante i nostri silenzi. E le parole frenetiche della De Juli arrivano direttamente ai silenzi delle donne. Facendo riflettere con sapiente ironia. Perché si può ridere di gusto, pur meditando sulle proprie macerie. Buttando in faccia la verità a chi non vuole vederla, perché il riso è un’arma contro i bigotti. E Marina De Juli usa quest’arma sulla scena con consapevolezza, essendo al contempo profonda, comica, meditativa. In un’unica parola: brava. Senza riserve. E lo spettacolo da vedere. E rivedere.

L’AltoAdige: Marina De Juli non fa rimpiangere Dario Fo e Franca Rame.…
La De Juli, in tre brani, ha riproposto la maniera di Franca Rame, che è aggressiva, irruente, simile a un torrente di vitalità mettendoci di suo un temperamento focoso, generosissimo e un senso spiccato dell’umorismo. Ne “La Parpaja popola” invece, ha ripreso la tecnica di Fo che accoppia felicemente alla parola una mimica clamorosa, una gestualità prorompente… Quella della De Juli non è stata solo una felice prestazione teatrale ma anche un saggio da saltimbanco vecchia maniera…Uno spettacolo divertentissimo commentato dalle continue risate del pubblico.

La Prealpina: E Marina incanta Arona – L’applauditissima De Juli: Dario e Franca maestri di vita
Appassionata e appassionante, quando calca il palcoscenico. Riesce a tirar fuori dal suo esile corpo un’energia contagiosa che le consente d’affrontare testi non proprio facili come quelli dei suoi maestri, Dario Fo e Franca Rame: da sola sulla scena, con una scenografia minima… ma con quel quid che in sala continuava a strappare applausi e risate a scena aperta.

La cronaca di Piacenza: Comica e grottesca, la donna ...
Uno spettacolo comico-grottesco e allo stesso tempo geniale, sulla condizione della donna. Una finestra aperta sul suo modo di essere malinconica e disperata, maniaca e depressa, complessata e vamp. Una donna come tante donne. Una donna che è mille donne, in cui è facile riconoscersi e di cui è facile sentirsi sorelle.

Anno: 

13 ottobre 2017 - Torino: Omaggio a Dario Fo e Franca Rame

OMAGGIO A DARIO FO E FRANCA RAME
"A voi... che questa vita faccia pensare festosamente alla meraviglia di essere in vita!"
(Dario Fo)

evento-torino-13-ottobre-2017

La Compagnia Teatrale Fo Rame, con il patrocinio del Comune di Torino e la collaborazione di D.O.C. s.c.s, Housedada e Dunter, promuove un Omaggio a Dario Fo e Franca Rame con una serie di eventi:

Il 13 Ottobre alle ore 17.00 presso il Teatro Carignano (Piazza Carignano 6, Torino) si svolgerà l’evento “OMAGGIO A DARIO E FRANCA”, a un anno esatto dalla scomparsa del Premio Nobel. Evento pubblico con ingresso gratuito al quale è possibile partecipare ritirando il proprio invito a partire dal 4 ottobre 2017 presso l’ufficio Informacittà, in Piazza Palazzo di Città 9/A, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 17 (fino ad esaurimento posti).

Dal 9 ottobre al 3 novembre verranno allestite due esposizioni fotografiche in due piazze della città:

“UNO SPETTACOLO DI VITA” sotto i portici di PIAZZA SAN CARLO, un percorso dedicato al racconto della produzione teatrale dei due grandi artisti.
“UNA VITA ALL’IMPROVVISA” che si snoderà invece lungo PIAZZA VITTORIO E VIA PO per narrare la vita di Dario e Franca e l’impegno sociale che ha sempre caratterizzato i loro spettacoli teatrali.

In entrambi i percorsi verranno esposte immagini e fotografie dall’Archivio Rame Fo per raccontare la vita dei due artisti. Due percorsi che si intersecano, che insieme raccontano e ricordano due grandi protagonisti del nostro tempo.

Per maggiori informazioni visita omaggioadarioefranca.it

 

Anno: 

"DARIO FO E FRANCA RAME: LA NOSTRA STORIA" - Lunedì 2 ottobre su Rai 5 va in onda la puntata numero 15!

Puntata 15 - Morte accidentale di un anarchico (seconda parte)
In onda lunedì 02 ottobre 2017, RAI5, ore 21:15

A distanza di un anno dalla morte di Pinelli Dario scrive questa commedia che viene rappresentata durante il processo a Lotta Continua, quotidiano comunista che è accusato di avere diffamato la Questura di Milano. Ogni sera gli avvocati difensori portano alla compagnia le notizie del dibattimento e Franca e Dario aggiornano il testo con le novità dal tribunale. E’ il primo spettacolo che cambia ogni sera a seconda di come vanno gli eventi giorno per giorno.
Come dice lo stesso Dario: “Tutto avveniva in palcoscenico nello stesso momento in cui avveniva nella realtà”. Bisognava però tutelarsi da eventuali accuse e denunce, come fare? Semplice, basta dire che a parlare e a dire quelle scomodissime verità è un pazzo.

Ospiti: Gad Lerner, Elio De Capitani, Renato Carpentieri, Domitilla Tolnay, Ascanio Celestini

 

Anno: 

Tell Me! Dimmi! - Il nuovo progetto del Comitato Il Nobel per i disabili Onlus

COMUNICATO STAMPA

Da alcuni mesi il Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus è capofila di un bellissimo progetto da noi ideato e finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea.
Il progetto Tell Me prevede di costituire nuove linee guida metodologiche, che diventino un riferimento europeo, sull’utilizzo del teatro per l’alfabetizzazione linguistica e matematica dei migranti favorendone così l’inserimento sociale e professionale.
Un’equipe di ricercatori transnazionale (Italia, Svezia, Portogallo) produrrà nell’arco dei prossimi due anni un kit educativo che verrà messo gratuitamente a disposizione di centri per l’apprendimento, scuole e associazioni.

Il primo “prodotto” del progetto Tell Me è la Social Platform, ora online e perfettamente funzionante!
Lo scopo della Tell Me Social Platform è quello di offrire un servizio gratuito di informazione e comunicazione utile a organizzazioni e singoli operatori che cercano e offrono opportunità negli ambiti dell’apprendimento, dell’inclusione sociale e del teatro. Registrandosi alla piattaforma sarà possibile rimanere aggiornati sui bandi pubblicati nell’ambito dei vari programmi dell’Unione Europea, mettere in vetrina le proprie competenze e i propri interessi, informare e informarsi sui progetti e sugli eventi in corso in tutta Europa, proporsi e/o ricercare partner per nuovi progetti da realizzare. Il tutto a livello non solo italiano ma europeo!
Ci si può iscrivere come operatore o come organizzazione e si accede a un pannello di controllo dove è possibile inserire tutti i dati e le informazioni relative alle attività svolte.
Iscrivetevi e aiutateci a far crescere la community!

Anno: